Dati e metodologie dell'Osservatorio Prezzi

  • Stampa

DATI E METODOLOGIE DELL'OSSERVATORIO PREZZI

Nell'ambito della sua attività di monitoraggio, l'Osservatorio prezzi acquisisce con frequenza settimanale, bi-settimanale e mensile, informazioni su indici e livelli dei prezzi alle diverse fasi di commercializzazione dalle seguenti fonti:


 Indici dei prezzi ISTAT

L'Osservatorio Prezzi acquisisce ed elabora mensilmente circa 2.000 dati di fonte ISTAT, con riferimento sia agli indici del prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale (base 1995 = 100) che agli indici dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali (base 2000 = 100). La consistenza complessiva della banca dati ISTAT utilizzata dell'Osservatorio comprende le seguenti informazioni:

Per i prezzi al consumo per ogni mese a partire da gennaio 1996:

  • Circa 1.300 record per i 12 Capitoli di spesa;
  • Circa 500 record per 11 Tipologie;
  • 80.000 record per 569 Posizioni rappresentative;

Per i prezzi alla produzione per ogni mese a partire da gennaio 2001:

  • 7.200 record per 151 Prezzi alla produzione.



 Indici dei prezzi al consumo EUROSTAT

EurostatLa banca dati Eurostat - New Cronos comprende 165 indicatori, inizia a Gennaio 1990 ed è con base 1996 = 100. Dal gennaio 2006 gli indici vengono forniti con base 2005 = 100; la disaggregazione a 3 digit permette di effettuare delle analisi per gruppi di prodotti ma non per singolo prodotto.

Complessivamente, la banca dati Eurostat, dell'Osservatorio prezzi ha una consistenza di quasi 1.000.000 record con un flusso mensile di 5.940 dati riferiti a 36 paesi.




 Prezzi al consumo di un paniere di beni e servizi di largo consumo, ISTAT

L'Osservatorio Prezzi acquisisce ed elabora mensilmente 2.000 record relativi ai livelli dei prezzi di un paniere di beni e servizi di largo consumo. I dati si riferiscono ai prezzi rilevati dagli Uffici comunali di statistica nell'ambito della rilevazione mensile dei prezzi al consumo coordinata dall'Istituto Nazionale di Statistica. I prodotti considerati sono quelli di largo consumo, selezionati dal Comitato tecnico per il monitoraggio dei prezzi dei beni e servizi di largo e generale consumo istituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico. La serie storica dei dati inizia con il mese di settembre del 2004 e riguarda circa 64 beni e servizi per i 20 capoluoghi di regione. Si prevede di aumentare sia il numero dei prodotti sia il numero dei capoluoghi di provincia considerati.


 Prezzi all'ingrosso dei beni ortofrutticoli nei mercati EUROPEI

Da novembre 2003, settimanalmente, vengono acquisite dall'Osservatorio prezzi circa 10.000 quotazioni all'ingrosso per i prodotti ortofrutticoli monitorati (circa 100).

Le elaborazioni effettuate dall'Osservatorio prezzi sono, quindi, circa 300 settimanalmente e circa 1.300 mensilmente.

 Prezzi all'ingrosso dei prodotti avicunicoli nei mercati italiani

Con cadenza settimanale, dal gennaio 2004 fino al giugno 2006 sono state acquisite dall'Osservatorio prezzi circa 60 quotazioni all'ingrosso per i prodotti avicunicoli monitorati relative al mercato di Forlì.
Dal luglio 2006, in seguito all'inserimento nel monitoraggio dei mercati di Padova, Treviso e Verona, vengono acquisite circa 250 quotazioni.

Le elaborazioni effettuate dall'Osservatorio prezzi sono, pertanto, circa 500 settimanalmente e circa 2.000 mensilmente.




 Prezzi della filiera ortofrutticola ISMEA

In complesso, con cadenza mensile, vengono acquisite dall'Osservatorio prezzi, da gennaio 2001 e per ognuno dei 3 segmenti della filiera (origine, ingrosso e dettaglio), le quotazioni medie per i 29 prodotti monitorati.

Pertanto sono effettuate ogni mese dall'Osservatorio circa 1.000 elaborazioni sui dati di base.

 Torna su